- Comuni -

Piantagioni sperimentali di specie arboree a prova di futuro

Uno dei 59 siti sperimentali si trova a Serravalle

home / Novità / Piantagioni sperimentali di specie arboree a prova di futuro

03 novembre 2022

Ricerca per il bosco di domani

Piantagioni sperimentali

In molti boschi svizzeri le condizioni climatiche previste per la fine del XXI secolo meglio si adatteranno ad altre specie arboree rispetto a quelle presenti oggi. Il progetto di ricerca

«Piantagioni sperimentali di specie arboree a prova di futuro»

ha lo scopo di verificare l’idoneità degli alberi a crescere in condizioni di clima sempre più caldo e con estati sempre più secche.

Quello del Patriziato di Malvaglia è uno dei 59 siti sperimentali distribuiti su varie altitudini e in diverse regioni climatiche della Svizzera. In ogni sito vengono piantate complessivamente 18 specie arboree, la cui tolleranza al clima sarà oggetto di studio per un periodo di tempo compreso tra 30 e 50 anni. Le semenze di ciascuna specie provengono da vari luoghi di origine in modo da poter verificare anche l’effetto delle differenze genetiche all’interno di una stessa specie.

Reticolo sperimentale: a Serravalle vengono studiate siete specie di conifere e di latifoglie, ciascuna delle quali con semenze provenienti da quattro diversi luoghi di origine. Per ciascuna specie vengono piantati 108 alberi raggruppati in parcelle da 12 × 12 m con 36 esemplari ciascuna. Sono quindi presenti tre parcelle (ripetizioni) per ciascuna specie, in modo da garantire condizioni di crescita simili per ogni specie arborea. All’interno delle singole parcelle, le specie arboree sono state suddivise in base al luogo di origine dei loro semi. La recinzione protegge i giovani alberi dai danni della selvaggina.

Sito sperimentale di Serravalle

Informazioni ubicazione

Regione: Alpi intermedie meridionali

Livello di altitudine: Alto montano

Altitudine: 1070 s. l. m.

Esposizione: Nord-Ovest

Posizione: Caslóu, Serravalle

Numero di piantine: 756

Specie arboree piantate in altri siti sperimentali

Acero riccio (Acer platanoides)

Cedro dell‘Atlante (Cedrus atlantica)

Cerro (Quercus cerris)

Ciliegio (Prunus avium)

Douglasia (Pseudotsuga menziesii)

Loppo (Acer opalus)

Nocciolo di Bisanzio (Corylus colurna)

Noce (Juglans regia)

Rovere (Quercus petraea)

Sorbo torminale (Sorbus torminalis)

Tiglio selvatico (Tilia cordata)

Luoghi di origine delle semenze per sesempio dell‘abete bianco (*utilizzato a Serravalle)

Coira* GR

Hägendorf SO

Madiswil BE Marbach* LU

Onsernone* TI

Sierre* VS

Taverna Calabria, I

Meteorologia: la stazione meteorologica consente di mettere in relazione la crescita degli alberi con la temperatura e le precipitazioni. Particolarmente importanti sono in questo caso gli eventi estremi, come ad esempio le forti gelate e i periodi di siccità persistente.

Suolo: dal momento che le proprietà del suolo infl uenzano la crescita degli alberi, sono stati prelevati campioni di terra per determinare ad esempio la capacità idrica del terreno.

Programma di rilievo: i rilevamenti della crescita e della vitalità degli alberi saranno inizialmente
effettuati a cadenza annuale, per poi passare a intervalli più lunghi. Dalla crescita degli alberi verrà dedotto dove le specie arboree crescono meglio e dove si trovano i loro limiti climatici.

Informazioni supplementari

Durata del progetto: 2017 - 2050 circa
Collaborazioni: WSL, UFAM, servizi forestali cantonali, aziende e imprenditori forestali, proprietari di foreste, associazioni del settore
Finanziamento: UFAM, WSL, cantoni, altri sponsor