MOSTRA Doppio istante, del fotografo ticinese Roberto Pellegrini

Alla Casa Rotonda di Corzoneso - Fondazione Archivio Roberto Donetta
Dettagli
Data

Dal 11 maggio 2019
al 03 novembre 2019

sabato e domenica

Orario

Dalle 14:00
alle 17:00

Sabato 11 maggio alle ore 17.00 alla Casa Rotonda di Corzoneso, la Fondazione Archivio Roberto Donetta presenta  la mostra

«Doppio istante» del fotografo ticinese Roberto Pellegrini

a cura di Antonio Mariotti. Si tratta del terzo capitolo della serie di esposizioni «Donetta Reloaded» che intende proporre nuove interpretazioni dell’opera del fotografo bleniese di inizio Novecento da parte di artisti contemporanei. La mostra comprende 25 «doppie immagini» in bianco e nero scattate in parte in val di Blenio e sarà accompagnata da una pubblicazione edita dalla Fondazione Archivio Donetta.

«Spesso uno scatto racchiude un istante che difficilmente può essere descritto o raccontato attraverso altri strumenti»: partendo da questa affermazione del grande fotografo di moda Helmut Newton, Pellegrini sviluppa il suo discorso artistico attorno a una peculiarità dell’opera donettiana: il fatto che spesso, per motivi prettamente economici, Donetta scattasse due immagini (quasi sempre dei ritratti) sulla stessa lastra. Oggi la fotografia digitale ha banalizzato ogni sorta di manipolazione delle immagini, ma pur facendo uso di questa tecnica Pellegrini rinuncia a qualsiasi «trucco» scattando realmente i suoi due ritratti uno dopo l’altro su un unico documento digital e riproducendo così, a un secolo di distanza, lo stesso gesto di Donetta, non con motivazioni economiche ma artistiche.

Roberto Pellegrini è nato nel 1962. Dal 1983 è fotografo indipendente con studio proprio attualmente a Bellinzona. Dal 1985 è membro di SBF (Fotografi professionisti e fotodesigner svizzeri). Dal 1986 al 2012 ha collaborato come fotografo con l’Ufficio cantonale dei musei (ora Centro di dialettologia e di etnografia) a Bellinzona. Dal 1996 al 2007 è stato esperto per gli esami finali per la professione di fotografo. Dal 2017 è membro di VISARTE (Associazione professionale svizzera di arti visive). Ha collaborato con numerosi artisti, gallerie d’arte, musei, architetti e fondazioni con sede in Ticino e in Italia. Ha tenuto numerose esposizioni personali, diverse delle quali accompagnate da un catalogo, tra cui: «Pieni&Vuoti» (2009, Rancate, Pinacoteca Giovanni Züst), «Intervista fotografica. Incontro con Gianfredo Camesi a Colonia» (2011, Magliaso, Officina Arte), «Sopra&Sotto»; installazione fotografica (2012, Bellinzona, Biblioteca cantonale), «Il proprio paesaggio» (2014, Ronchini Aurigeno), «Dentro&Fuori» (2015, Ascona, Museo Epper), «Ateliers» (2018, Minusio, Centro culturale e museo Elisarion).

 

Apertura: sabato e domenica dalle ore 14 alle 17 e su appuntamento telefonando allo 091 871 12 63 oppure scrivendo a info@archiviodonetta.ch.

Contatti

Condividi