Serravalle

home / Comuni / Serravalle

Il Comune di Serravalle è nato nell’aprile del 2012, frutto dell’aggregazione fra Malvaglia, Ludiano e Semione.

Malvaglia e Valle Malvaglia

A Malvaglia, caratterizzata da vasti vigneti, sono degni d’interesse storico-architettonico  la Chiesa di San Martino, il Palazzo dei Landfogti come pure l’antica Casa dei Pagani aggrappata all’orrido del fiume Orino (risalente al XI secolo), nelle cui adiacenze si può ammirare il ponte romanico Lavü che collega i due versanti della valle Malvaglia. Dal profilo turistico si segnalano il Ristoro alpino La Furbeda di Dandrio (ca. 1'200 m.s.l.m.), la filovia della valle Malvaglia col Ristoro Sass Malt di Dagro (sulla stazione d’arrivo), la capanna Quarnèi (ca. 2'050 m.s.l.m.), situata ai piedi del massiccio dell’Adula, la capanna di Prou (ca. 2'015 m.s.l.m.), l’Ostello di Montegreco (in realizzazione), l’alpe di Pozz (in realizzazione), il nucleo di Selvapiana a Ludiano (progetto di valorizzazione in corso).

Ludiano

A Ludiano si trovano la "Villa Laura", ubicata accanto alla chiesa di San Secondo, realizzata negli anni 1910-1912 da Giuseppe Bordonzotti (1877-1932), la "Villetta Brighton", villino con facciate ricoperte da decorazioni pittoriche di Attilio Balmelli (1877-1971), il ponte in pietra "Campanie S. Petri", sopra il fiume Brenno in località Motto (già citato nel 1424) e due antichi torchi a leva: quello di Ca' d'Baltràm e quello di Ca' d'Mutàl. Pure da citare le decorazioni dipinte all'interno dei Grotti "Spruch" e "Milani" (esercizi pubblici).

Semione

L’insediamento di Semione è contraddistinto da numerose ville che si affacciano sulla via principale, sorte tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento per opera degli emigranti che hanno fatto fortuna con i loro commerci e ristoranti principalmente in Francia, Inghilterra e Belgio.

Curiosità

Le testimonianze dell’intensa attività agricola dei secoli passati sono numerose. Dalla presenza di ben sei torchi antichi a leva, ai numerosi grotti famigliari, ai castagneti, ai terrazzi sorretti da muri a secco, a stalle e rustici disseminati sulla montagna.

Castello di Serravalle

Inoltre, diversi edifici storici costituiscono delle mete turistiche interessanti: innanzitutto le rovine del Castello di Serravalle, oggetto di un importante intervento di valorizzazione (rovine, selva castanile, vie storiche) e l’annesso oratorio di Santa Maria, la cappella dei Morti sul sagrato della Chiesa parrocchiale, l’antico Borgo e l’oratorio dedicato a San Carlo.

                                                                   

Contatti
Orari sportelli
  • Cancelleria:
    Lunedì – Venerdì
    10.00 – 12:00 / 16.00 – 18:00
  • Centralino telefonico:
    09.00 - 12.00 / 14.00 - 17.30
  • UTC:
    Lunedì - Venerdì
    15:00 – 17:30
    Mercoledì chiuso